Il Rispetto dei Requisiti Normativi mi comporta Investimenti insostenibili per la mia Attività

E abbastanza naturale che l’attività di Chirurgia Ambulatoriale o Day Surgery si svolga all’interno di grandi strutture organizzate, quali Poliambulatori, Centri Medici o di Diagnostica, ma cosa succede quando anche un singolo professionista deve strutturarsi per poter esercitare la sua normale attività?

 

La maggior parte delle persone che mi contatta dopo aver visto i miei Post, sono singoli Professionisti Medici, che devono fare i conti con una Normativa che prescrive loro Requisiti Autorizzativi impegnativi da ottenere, ma necessari per l’esecuzione della loro normale attività.

 

Un Medico Specialista in Odontoiatria, che vuole esercitare all’interno del suo Studio Dentistico attività chirurgiche semplici, quali ad esempio l’implantologia dentale, per poterlo fare deve avere un’Autorizzazione all’esercizio di Chirurgia Ambulatoriale.

 

Non sta a me giudicare o esprimere valutazioni se questa richiesta è opportuna oppure no, dal punto di vista clinico; molto probabilmente però per un “Dentista”, dover dedicare spazi e risorse importanti per realizzare un Comparto (inteso come Sala Chirurgica e Locali/Spazi Ancillari …. questo dice la Norma) può essere un impegno insostenibile.

 

Anche in questo caso la nostra Consulenza ha lo scopo di aiutare il cliente a capire quali sono gli Interventi indispensabili, rispetto a quelli non indispensabili, quanto meno per mettere in Sicurezza la propria attività.

Open chat